giovedì 9 maggio 2019

Dampyr 230: Le ragazze di Mahogany Hall - di Mauro Boselli e Nicola Genzianella

 Appuntamento con il Dampyr del mese. Il numero 230 è ambientato nella suggestiva New Orleans!

L'albo contiene la prima parte di una storia che si concluderà il mese prossimo. Già questo mese comunque viene messa molta carne al fuoco. Abbiamo il bordello del titolo, il Mahogany Hall, che viene misteriosamente riaperto dopo un secolo nella misteriosa città della Louisiana. Il detective non-morto Jim Fajella e la sua ragazza Michelle indagano su questo luogo di vizi, visto che molto probabilmente ha a che fare con la sparizione di Carmen, la sorella di Michelle. Poi abbiamo i nostri eroi, Draka che viene coinvolto anche lui (suo malgrado) da una vecchia conoscenza nei misteri e nelle faide di New Orleans, e Kurjak, alle prese con la sua battaglia più grande, quella contro il cancro. Ho trovato molto intelligente l'inserimento di un tema così attuale come questo male all'interno di un fumetto popolare come Dampyr. Nella storia ritorna anche Baron Samedi, già visto nei lontanissimi numeri 15 e 16! Viene citato anche il mistero delle foto delle ragazze del Mahogany, scattate dal grande fotografo Bellocq. Foto che sono state ritrovate anni dopo misteriosamente censurate, e qui viene data una spiegazione "alla Dampyr". Ovviamente il numero si conclude con un perfetto cliffhanger. A giugno per l'ultima parte entreranno in scena anche i Grandi Antichi creati da H.P. Lovecraft!
Gli autori sono due colonne della serie: l'ideatore Mauro Boselli e il maestro Nicola Genzianella.

Dampyr 230: Le ragazze di Mahogany Hall - di Mauro Boselli e Nicola Genzianella
pagine 98 - euro 3
Sergio Bonelli Editore

8 commenti:

  1. Ecco, Dampyr è uno dei personaggi Bonelli che se facesero una ristampa a modo (ri)leggerei volentieri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente stanno uscendo dei volumoni con le storie più belle, magari ti consiglio quelli..

      Elimina
  2. Risposte
    1. ** SPOILER ** Venivano cancellati i visi perché alcune donzelle non erano di questo mondo :D ma di altre realtà parallele alla nostra

      Elimina
  3. A fine anni 90 hanno provato ad inserire il cancro anche nei fumetti di Superman, così dopo anni di Perry White col sigaro in bocca, fece la fine di Manetta ma senza lecca lecca 😝 e comunque non era per il politicamente corretto 😉
    Purtroppo nel 2006 cancellarono tutto, senza che ci fosse stato un reboot o una crisi che modificasse la continuity, semplicemente se ne fregarono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi Perry White tornò sano da solo? Magari succedesse anche nella realtà!

      Elimina
    2. Dopo una lunga chemio, dove Clark prende il suo posto come direttore, sconfigge il cancro ma ovviamente non torna a fumare. Fino al 2006 che torna a farlo, come se non fosse mai accaduto.

      Elimina
    3. Ah tipo Rocky che ogni due per tre in teoria non doveva più salire sul ring causa qualche danno serio, e dopo ci risaliva lo stesso :D

      Elimina