martedì 5 ottobre 2021

L'attacco dei giganti stagioni 1-3: La recensione di coppia

 

La nostra recensione delle prime tre stagioni della serie anime L'attacco dei giganti, disponibile su Prime Video! 

REGIA:  F = 8 MV = 8 MEDIA = 8

STORIA:  F = 8 MV = 9 MEDIA = 8.5

PERSONAGGI: F = 8.5 MV = 8 MEDIA = 8.25

ANIMAZIONE: F = 8 MV = 8 MEDIA = 8

COLONNA SONORA:  F = 8 MV = 8 MEDIA = 8

TOTALE = 8.15

FP: Finalmente siamo riusciti a recuperare la visione di questo anime, basato sul fortunato manga di Hajime Isayama. Siamo in un mondo probabilmente alternativo al nostro, in una specie di medioevo. L'umanità è stata decimata dalla comparsa di giganti, creature umanoidi prive di intelletto. Cento anni dopo l'avvento di questi mostri, i superstiti vivono all'interno di altissime mura, create appunto per difesa. Tre ragazzini, Eren, sua sorella adottiva Mikasa e l'amico Armin, vivono una vita serena in una città fortificata. Ma dopo tanto tempo, appaiono due giganti, intelligenti e possenti, che creano una breccia sulle mura e consentono l'invasione degli altri. I tre subiranno gravi perdite quel giorno, e anni dopo li ritroviamo arruolati nell'esercito che si occupa di combattere queste terribili creature. Questo è solo un tentativo di riassunto della premessa della serie, che è splendidamente intricata e intrigante con tutti i suoi personaggi e le sue sottotrame. Le scene d'azione sono veramente ben costruite e con una elevata dose di epicità in cui si percepisce che nessuno è al sicuro e tutti possono morire. La serie alterna puntate frenetiche ad altre più riflessive, ma non puoi mai sapere cosa accadrà perché il colpo di scena, e ce ne saranno tanti, è sempre in agguato. L'autore ha veramente costruito una trama originale, una personale versione dei Kaiju ma anche se vogliamo dei nostri amati robottoni...e non voglio aggiungere altro per non rovinarvi la visione. Eren, Mikasa e Armin sono i protagonisti, ma ben presto assistiamo anche qui ad un esempio di "sindrome di Fonzie", quando cioè un personaggio secondario diventa amatissimo più di quelli principali. E' il caso del cazzutissimo capitano Levi Ackerman, vero "bassista carismatico" della serie. Ora stiamo guardando la prima parte dell'ultima stagione, la seconda stagione purtroppo arriverà l'anno prossimo! 

MV: Mi è piaciuta tantissimo e mai me lo sarei aspettato. La storia è avvincente, la trama intricata, i personaggi ben costruiti, l'animazione apprezzabile, anche se preferisco i "fondali" ai personaggi. L'unica nota negativa è il dover aspettare un anno per il finale! 


Nessun commento:

Posta un commento