mercoledì 20 dicembre 2017

Dampyr 213 - Capodanno celtico - di Nicola Venanzetti e Nicola Genzianella


Questo mese la squadra del Dampyr si sposta in Bretagna, e dopo il Giorno dei Morti messicano
si parla di Samhain, il capodanno celtico del titolo (che equivale più o meno al nostro Halloween). Durante il Samhain si narra che si aggiri per la Bretagna la sinistra figura dell'Ankou, una specie di personificazione della Morte che si nutre dell'energia vitale degli umani per prolungare la propria orribile esistenza. Di solito viene raffigurato come una specie di scheletro con cappuccio e falce che guida un carretto ricolmo di cadaveri (come nella copertina). Altra leggenda che viene citata e rappresentata nell'albo è quella delle Kannerez-Noz, cioè i fantasmi delle madri o assassine o morte di parto che sono condannate a lavare in eterno la fasce insanguinate dei loro figli. E' una delle cose che mi piacciono di più di questa serie: con la scusa della storia del mese si illustrano queste credenze popolari misconosciute a noi italiani. In questo albo alleati del Dampyr saranno la bellissima vampira Araxe e il suo compagno umano. I disegni di Nicola Genzianella sono una garanzia, sono rappresentate molto bene le atmosfere spettrali bretoni e le relative creature malefiche.
Se ne sconsiglia la lettura prima del riposo notturno!

Dampyr 213 - Capodanno Celtico - di Nicola Venanzetti e Nicola Genzianella
pagine 98 - euro 3.50  
Sergio Bonelli Editore

8 commenti:

  1. Copertina molto bella, mi ricorda certe splendide atmosfere del cartone dei Ghostbusters (tolto il carretto pieno di cadaveri).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo che fa un pò più cagare sotto questo :D

      Elimina
  2. Queste credenze folkloristiche sono sempre un ottimo spunto per fumetti e film (e altro).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si e io ripeto le ignoravo completamente.. un pò di cultura ci vuole ogni tanto :D

      Elimina
  3. Sì, in effetti certi albi Bonelli hanno questo, dalla loro: il recuperare cose folk di altri posti e ricavarcene una storia a fumetti che spieghi bene il concetto^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai usato il termine giusto, cose folk!

      Elimina
  4. Molto interessante, non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina