giovedì 4 gennaio 2018

Hotel Mezzanotte - di Michele Botton

Stasera non parlerò di fumetti ma di un libro, seconda opera dello scrittore veneto Michele Botton. Trattasi di una raccolta di storie dell'orrore dove l'autore riesce a creare un interessantissimo mix fra  elementi classici dei racconti horror e temi moderni, con un buonissimo uso della suspense e dei finali a sorpresa. Una lettura che ho trovato molto piacevole!
Ma vediamo le storie nel dettaglio (le foto le ho pescate da internet per "illustrare" i vari racconti)


La bambina che abitava sotto una lapide
La notte di Halloween una misteriosa bambina vuole fare dolcetto o scherzetto in giro per il suo paese..

La ragazza sul treno
A bordo di un treno, un ragazzo si innamora a prima vista di una bellissima ragazza dai capelli rossi... uno dei miei preferiti, il finale mi ha fatto esclamare "noooh!"

Una cenetta in famiglia
Una mamma si appresta a cenare assieme al figlioletto...ma il papà dov'è?

Ottantadue giorni
Holly & Benji incontrano Edgar Allan Poe in questa tragica storia. Un'altra delle mie preferite!

E' arrivata l'ora di Babbo Natale
Cosa succederebbe se Babbo Natale scambiasse ciò che è destinato ad un bimbo con un altro?

L'ultima fermata (I) e Una mattina di settembre (II)
In questi due racconti concatenati si fa la conoscenza della enigmatica e fatale Lilith.. anche qui i finali sono molto a sorpresa!

La stravagante estate dei miei diciassette anni
Una storia autobiografica (o forse no?) dell'autore, divisa in quattro parti e ambientata nella provincia veneta dove vive e ha vissuto. Michele racconta cosa videro di incredibile lui ed un suo amico nell'estate appunto del 1994. Un finale geniale e che fa sobbalzare!

Hotel Mezzanotte - di Michele Botton
pagine 128 - euro 10
Lettere Animate

15 commenti:

  1. Molto suggestiva l'idea di raccontare questo libro con delle immagini e brevi quanto invoglianti descrizioni. Un tempo amavo di più i libri di racconti, ai romanzi, ma ultimamente, avendo trovato libri di racconti di non alta qualità, mi sono ricreduto: è difficile, fare dei libri di racconti ben calibrati, ma a leggere la tua rece, sembra che il Botton ci sia riuscito. Me lo segno, e se lo trovo ti dirò ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, non amo fare recensioni lunghissime ma vorrei stimolare curiosita’ in cio’ che e’ piaciuto anche me.

      Elimina
  2. Mi hai incuriosito anche se non leggo libri. Potrei fare una eccezione dato che si tratta di una raccolta di racconti, così se a causa impegni dovessi interrompere la lettura per riprenderla 8 mesi dopo (come spesso mi è capitato), non dovrei ricordare e rileggere le decine o centinaia di pagine già lette.

    Concordo con Alligatore, hai avuto un'ottima idea inserendo le immagini che incuriosiscono e alleggeriscono il già leggero e scorrevole articolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti anch'io ho letto un raccontino al giorno, così è meno pesante anche per chi come me di solito legge solo fumetti :D

      Elimina
  3. E' una bomba, lo devo comprare assolutamente. C'è l'ebook?

    A parte la curiosità di sapere il nesso tra Poe e Holly&Benji..ma son tutte storie interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel nesso ce l'ho visto io..comunque è una storia molto spiazzante! Mò chiedo all'autore per l'ebook

      Elimina
    2. Riporto da Michele: "È ordinabile in tutte le librerie fisiche e online, in quelle fisiche ci mette un po' di più ad arrivare, invece su Amazon, ibs e siti del genere è subito disponibile. In ebook si trova in tutti gli Store online in cui si è soliti prendere gli ebook."

      Elimina
  4. Mi hai convinto, alla grande.
    Lo recupero.
    La mamma ha preparato il papà, per cena.

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Bella presentazione, mi hai convinta a leggere questo libro!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Lo prenderò in ebook, grazie per il consiglio :)

    RispondiElimina
  7. Messa così mi hai fatto venire voglia di leggerlo.
    Specialmente sulla "La ragazza sul treno" (e si, quel "noohhhh" mi ha fatto pensare a troppe cose)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh è molto a sorpresa quel finale!

      Elimina