martedì 9 gennaio 2018

Sprayliz 1 Città di notte - di Luca Enoch

L'editoriale Cosmo ultimamente sta ristampando molti classici del fumetto italiano, ripubblicandoli in edizioni economiche da edicola. E' anche il caso della mitica serie di Sprayliz, l'opera prima di Luca Enoch uscita la prima volta negli anni '90, di cui possedevo già una raccoltona delle Edizioni BD (autografata dall'autore medesimo) oltre che due albi originali. Ovviamente non ho resistito e ho preso anche questo primo albo (e penso che prenderò anche i prossimi). La storia ovviamente è quella nota della graffitara Sprayliz e della sua perenne lotta contro il sindaco Brown, il tenente Kinnock e gli altri "cattivi". In questo primo numero sono contenute le prime sei storie, in cui si introducono quasi tutti i personaggi, compresa l'amica Kate e il "fidanzato" Abe. Ma vediamo velocemente le sei storie contenute..


Le storie non hanno titoli. Nella prima si introduce ovviamente il personaggio di Sprayliz alias Elizabeth Petri e si mostrano le sue quotidiane fughe notturne dalla polizia che cerca di acciuffarla dopo che ha "creato", visto che spesso i suoi graffiti prendono di mira l'operato del sindaco Brown o la violenza della polizia stessa. Si introduce il personaggio del violento tenente Kinnock. All'inizio lo stile di Enoch non è ancora ben definito ma andrà affinandosi nel corso delle varie storie.

Nella seconda storia Sprayliz si procura la storica moto nera che le servirà nelle sue scorribande notturne. Inoltre c'è il primo scontro di Sprayliz e l'amica (e innamorata) Kate con Kinnock, che riceverà un "ricordino" dalla graffittara che non farà altro che accrescere il suo odio..

Nella terza storia l'agente Abraham "Abe" Kane scoprirà l'identità di Sprayliz, ma lei riuscirà ben presto a portarlo dalla sua parte sfruttando le sue armi.. inoltre Sprayliz giocherà un altro bel scherzo al sindaco!

Nella quarta storia si introduce il personaggio di Clarence, che diventerà ben presto il serial killer detto "Robespierre": un serial killer-culturista, molto originale! Inoltre Sprayliz trasforma un monumento di guerra in un inno alla pace!

Nella quinta storia c'è il primo scontro fra Sprayliz e Robespierre, anche lui resterà segnato dalla graffittara, ma sono sicuro che ritornerà in seguito..

Nella sesta e ultima storia Sprayliz avrà a che fare con una politica bigotta che vuole bloccare la diffusione di un opuscolo a favore dei preservativi (queste problematiche moderne non mancano mai nelle storie di Luca Enoch). Anche qui ci sarà la vendetta della graffitara!
Completano l'albo due storie brevi, un interessante elenco con tutte le storie di Sprayliz comprese quelle fuori serie e una galleria di disegni.

Sprayliz 1 Città di notte - di Luca Enoch
pagine 120 - euro 3.90
Editoriale Cosmo

14 commenti:

  1. Visto oggi in edi, sfogliato ma non comprato. Ricordo i bei tempi nei primi anni '90 quando lo spot di Sprayliz appariva sulle riviste Star Comics.
    Che dire? Enoch un grande, qua alle prime armi e un po' più anarchico: sembra di leggere reminescenze di Pazienza e quella banda lì :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho anche un albo Star Comics infatti! Hai ragione, ci sono ancora reminiscenze di Pazienza e di fumetti anni' 80 in generale, lo stile è ancora più fumettoso e meno realistico

      Elimina
  2. Negli anni ’90 avevo un amico che andava pazzo per questo fumetto, il fatto che fosse a sua volta un “Writers” (ho imparato che la parola “graffitaro” è vietata) certo aiutava ;-) Ovviamente mi prestava i numeri quindi ne ho letti parecchi, mi piaceva e sono contento che la Cosmo abbia deciso di riproporlo, così come sono contento di aver letto questo tuo ottimo post in merito ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero ora si usa il termine writer come il termine "street art", ma io ho l'età di Scalfari e mi viene da usare ancora graffitaro :D Dovrebbero essere 5 albi in cui ci sarà tutto Sprayliz, spero anche le varie storie fuori serie

      Elimina
  3. Io faccio sempre commenti pertinenti: che gnocca.

    Comunque curioso il cattivo culturista serial killer spietato :D, meglio di coso, lì, come si chiama, quello di Arrow che fa il mercenario che da buono però mi stava simpatico :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi Deathstroke interpretato da Manu Bennet? Si il serial killer è un'idea originale, contiene anche un forte messaggio contro l'abuso di sostanza dopanti infatti il tizio impazzisce perché ne abusa!

      Elimina
    2. Ricordatevi che è minorenne! :D

      Elimina
  4. Io ero bambina ma leggevo questi fumetti grazie ai miei fratelli più grandi ;-)
    Quindi ora che sono io grande, mi compro questo albo.
    Complimenti per il blog, mi iscrivo.

    ps: se non passo spesso, è solo perché studio parecchio e devo dare la tesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se leggevi queste storie da bambina hai avuto una bella infanzia , visto le tematiche che c'erano :D Mi sono iscritto anch'io al tuo, grazie!

      Elimina
  5. Di Enoch ho letto solo gli albi della serie regolare di Dragonero (abbandonata dopo una ventina di numeri), ma penso che darò un'occhiata anche a Sprayliz se ne avrò occasione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dragonero è l'unica che mi manca di Enoch, perché ho già letto Gea e Lilith, e ora recupero pure Sprayliz!

      Elimina
  6. Ricordo il primo numero edito da Star Comcis, ancora ce l'ho da qualche parte! Uno spillato di non so quante pagine. Preso perché? Mi ricordava una serie animata su MTV, introvabile in download: Down Town!
    Non ho proseguito perché non mi ha fatto impazzire. Non credevo uscissero ancora ristampe... nonostante si tratti di un maestro come Enoch!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene si, la Cosmo ha lanciato questa nuova collana "I capolavori del fumetto", anche se prima avevano già ristampato ad esempio Altai & Jonson o Necron..ora sono curioso di vedere quali saranno i prossimi!

      Elimina