domenica 14 gennaio 2018

Questa non è una partita a bocce - di Zerocalcare

Oggi è uscito, allegato all'Espresso, un nuovo fumetto di Zerocalcare di 14 pagine. Tutto nasce dalla richiesta del settimanale al fumettista di una copertina sulle polemiche di questi giorni a proposito dei neo-fascisti in Italia, richiesta che invece ha generato da parte dell'autore un vero e proprio articolo a fumetti nel suo consueto stile.

L'articolo è suddiviso in dieci punti, dieci "banalità che renderebbero più igienico il dibattito pubblico sui nazisti" come scrive lui stesso, cioè dieci precisazioni e riflessioni che l'autore ci teneva a illustrare sullo spinoso argomento. Non mancano i consueti e divertenti riferimenti pop, questa volta elaborati in chiave satirica, tra gruppi neo-fascisti che diventano il "deludente" giocattolo La fabbrica dei mostri e giornalisti che diventano Topo Gigio, o Hitler visto come Ash che lancia Mussolini Pikachu! Ma oltre a far ridere ovviamente il fumetto fa sopratutto riflettere, fa riflettere sul perché non sia corretto nè giustificare nè ignorare certi fenomeni, anche se è il 2018, anche se sono poche persone, perché poi potrebbe essere troppo tardi.
Il finale è da applausi. Consigliatissimo.

Today, toghether with the Espresso, a new 14-page Zerocalcare comic book is published. It all stems from the Weekly's request to the cartoonist of a cover story about the recent controversies, concerning the new-fascists in Italy. A request that has instead pushed him to create a real article, in the form of a comic book, in his personal style.
The article/comic book is divided into ten points: ten "banalities that would make the public debate about the Nazis more sanitary" as he himself writes. Ten clarifications and reflections that the author wanted to illustrate on the thorny topic. Do not miss the usual and funny references, this time elaborated in a satirical between neo fascist-groups, that become the disappointing toy 'the factory of monsters' and journalists who become Topo Gigio; or Hitler seen as Ash who launches Mussolini-Pikachu!
But besides laughing, the comic is mostly thinking.
Think about why it is not right to understimate or ignore this kind of phenomena.
Even if we are in 2018.
Even if they are few people.
Because later it may be too late.
Standing ovation for the final part. Highly recommended.


Questa non è una partita a bocce - di Zerocalcare
14 pagine - euro 2.50 (allegato all'Espresso)

22 commenti:

  1. Tema molto spinoso in questa fase storica :D. Difficile da trattare, ancor di più in modo ironico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me ci è riuscito alla grande!

      Elimina
  2. Stamattina l'ho cercato in edicola, ma non l'ho trovato! spero di rimediarlo domani, altrimenti mi tocca saltarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh L'Espresso dovresti trovarlo facilmente in edicola, a meno che non ci sia stato il solito accaparramento di più copie..

      Elimina
  3. Non compro l'Espresso da secoli, mi sembra l'occasione giusta per passare in edicola e prenderlo.

    RispondiElimina
  4. Fumetto e propaganda/sensibilizzazione non fanno proprio per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è propaganda, è meglio dire sensibilizzazione.. certo pu anche non piacere

      Elimina
  5. Ciao,non ho letto, ancora, l'inserto,ma è certo che quando i politici di governo e di opposizione sono perlopiù impreparati,disonesti e cialtroni,gli italioti inneggiano all'uomo forte.
    Ciao,complimenti per il blog,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti.. certo gli italioti sono così, abbiamo avuto Bettino, Silvio, ora abbiamo i due Matteo..

      Elimina
  6. Penso che comprerò questo numero dell'Espresso. Grazie per aver dato pubblicità a questa cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Ho letto la bellissima poesia di oggi..

      Elimina
  7. Condivido tutto quello che dici. Ho preso questo numero de L'Espresso e Zero è stato in grado di dire con semplicità cose che sembrano banali, ma purtroppo sono oggi più che mai necessarie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Michele! :) E ho letto in giro che i "nazisti" si sono incazzati parecchio, vuol dire che ha colto nel segno!

      Elimina
  8. Can you please rewrite the article in English

    RispondiElimina
  9. Purtroppo non ho ancora letto l'articolo, ma da quello che leggo noto una critica a cose spaventose.
    Proprio l'altro giorno sul treno ho sentito questa frase da un signore di 50 anni: "Io vorrei il ritorno del Duce, ma in versione buona questa volta. Che non ci manda in guerra, ma ci comanda come si deve."
    Ho rabbrividito... Ma come caxxo si può????
    Questa frase è sbagliata in tutti i sensi! Ma è un sunto della distorsione del fascismo... Il bello è che hanno nostalgia di qualcosa che non hanno mai vissuto. Per giunta lo vogliono in chiave distorta. Ma come si può?

    In ogni caso recupererò presto l'articolo che sono curioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta vedere le frasi di certi politici di questi giorni: "però ha fatto anche cose buone..", che poi certe cose "buone" che gli si attribuiscono sono pure panzane. Mi farai sapere se riesci a leggerlo!

      Elimina
  10. Ma non avete letto Hannah Arendt?

    RispondiElimina