domenica 23 settembre 2018

Zak McKracken trentesimo anniversario ospite David Fox

Ieri siamo stati al Cervignano Film Festival, dove si è tenuta una serata speciale per il trentesimo anniversario del mitico videogioco Zak McKracken and the Alien Mindbenders. Inoltre ho approfittato per visitare le mostre collaterali. Ecco la consueta caterva di foto!

La dritta sull'evento mi è arrivata dal buon Fabrizio Radica di Retroacademy, associazione che ha collaborato alla sua riuscita. In questa galleria avevano allestito una mostra dedicata alla storica adventure. Zak ovviamente accoglieva i visitatori..

..e ho pure scattato un epico selfie!

Nella mostra erano in funzione varie versioni di Zak McKracken per diverse piattaforme, nelle foto abbiamo Amiga, Atari ST e Commodore 64! Purtroppo un Olivetti Prodest, dove stava girando la versione per vecchi PC, ha dato forfait..

Belle anche queste tavole appese alle pareti raffiguranti varie scene.

Nella stanza a fianco, sempre come evento collaterale del festival, si potevano visionare alcuni cortometraggi in realtà virtuale. Eccomi che sperimento questa tecnologia con il visore VR, tutto molto impressionante! Si ha proprio la sensazione di essere immersi nel film. Per la cronaca il corto che ho visto è The Argo Files, che si può vedere in formato "normale" qui https://vimeo.com/215729930

Eccoci invece in un altra location, dedicata ai videogiochi vecchi e nuovi. Qui quelli nuovi, che come sapete mi interessano relativamente..

 ..e la sala con i gloriosi cabinati, vediamo qualche foto più nel dettaglio!

L'ultimo è un flipper di Super Mario Bros (!!) che non avevo mai visto!

Eccoci finalmente alla serata in onore di Zak. Presenti anche dei ragazzi che impersonavano i protagonisti del videogioco!

Ospite d'onore, direttamente dagli Stati Uniti, uno dei due creatori del gioco, David Fox! David ha lavorato anche sugli altrettanto mitici Maniac Mansion e Indiana Jones and the Last Crusade. Qui mostra una stampa ispirata alla grafica di Zak McKracken.

Della serie "le grandi foto di Cent'anni di Nerditudine" eccomi con mister David Fox! La foto, come la precedente, è stata gentilmente scattata dal grandissimo e gentilissimo Gregh di Lega Nerd (divisione Friuli Venezia Giulia) che finalmente ho conosciuto!

Qualcuno aveva portato la sua copia di Zak McKracken risalente al 1988! Ho visto che le copie boxate di Zak su Ebay raggiungono quotazioni astronomiche come niente..

..ed ecco come far aumentare di valore alla propria copia :) Con un autografo dell'autore!

Nella serata è stato proiettato un cortometraggio, diretto da Daniele Spadoni, ispirato al videogioco. La pellicola ricrea perfettamente le atmosfere e l'umorismo del gioco. Ho visto che il fanfilm oggi è stato caricato anche su Youtube, se volete dare un'occhiata:


Ecco sul palco il regista (il primo a destra) e il cast al completo

Poi spazio a David Fox, che in un interessantissimo talk ha raccontato la sua storia di programmatore di videogiochi e la storia della gloriosa LucasArts, la parte videoludica della Lucasfilm! Nella schermata i libri e gli show tv che David ha "divorato" in gioventù e che lo hanno poi influenzato nei suoi giochi.

David nel periodo dei suoi complicati studi universitari, notare la pettinatura tipicamente anni '70

Ha ricordato il momento in cui per la prima volta ha visto un videogioco, Space Wars, su un monitor CRT!

Nel 1977 fondò un'associazione no-profit assieme a sua moglie per la diffusione dell'informatica. Marin è una contea degli Stati Uniti, dove si trova anche il leggendario Skywalker Ranch di George Lucas!

E fu George Lucas a voler creare una divisione "informatica" della Lucasfilm, dedicata alla creazione degli effetti speciali e ai videogiochi.

Molto importante per la futura LucasArts, in origine Lucasfilm Games, la collaborazione iniziale con la Atari.

Ecco il team della Lucasfilm Games in quegli anni. David Fox è al centro.

David ha parlato dell'importanza dell'introduzione dello SCUMM, il "motore" su cui giravano gran parte delle avventure della LucasArts. Lo SCUMM ha permesso il concentrarsi sulla trama e gli altri aspetti del gioco più che sulla programmazione vera e propria. Nella schermata un esempio di "programma" in SCUMM.

Le origini di Zak McKracken, David ha detto che voleva fare un videogioco con elementi "new age"..

..vedi le sue bislacche e strane ambientazione, fra cui il "volto su Marte"!

Poi David Fox ha mostrato un po' di lettere che gli sono arrivate negli anni, iniziando da una inviatagli da un reverendo part-time (!!) che si lamentava dei troppo elementi new-age inseriti nel gioco e che non ci fosse un'avvertenza apposita sulla confezione (!!)

Qui un fan gli scriveva mostrandogli i suoi appunti dell'epoca per completare il gioco!

Verso la fine c'è stato un collegamento tramite Skype con l'altro creatore del videogioco, Matthew Kane. Matthew è anche il creatore delle musiche del gioco, composte con una tastiera Roland che si trovava ancora nel suo studio alle sue spalle!

Momenti d'ilarità con il cane di Matthew che ben presto si è stancato dei discorsi da nerd e si è messo a pisolare sul divano di casa!

Concludo con quello che ho portato a casa da Cervignano: tre sottobicchieri (??) di Zak creati da RetroAcademy (ovviamente uno l'ho fatto autografare da David Fox!), due spille di Lega Nerd FVG regalatemi da Gregh e il programma del Festival.

Essendo fuoricasa non ho potuto recarmi alle solite fumetterie a Padova per approfittare del Free Comic Book Days di Star Comics. Per fortuna ho trovato una fumetteria anche a Cervignano, dove ho anche scovato alcune chicche: Diabolikku 1 e 2 (Diabolik in versione Manga!!), librone di Nathan Never e Davvero 1 di Paola Barbato! La fumetteria è Mani di Kina, se siete in zona, fateci un salto: sia per trovare qualche cosa di interessante come ho fatto io, sia per chiaccherare con la proprietaria Laura, che è una persona veramente gentile e simpatica e una vera appassionata di fumetti!

Ed ecco i sei fumettini del Free Comic Book Days. Nelle prossime settimane magari farò le consuete recensioni "a sbafo" :)
Ringrazio ancora Gregh di Lega Nerd e il direttore del Festival del cinema di Cervignano, Marco Comar, per tutto il supporto e la collaborazione!

6 commenti:

  1. Aahahah grande, mi ero fatto una cultura su questo videogioco un anno fa leggendo un post in due parti ad esso dedicato! :D.

    Li voglio anche io i sottobicchieri a forma di floppy...curioso anche di sapere di questo Diabolik versione manga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Zak ce ne sarebbe da dire :D Diabolikku lo recensirò più avanti, superati questi giorni caotici :)

      Elimina
  2. Mamma mia Zak!!! Tanta roba e quanti ricordi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppi ricordi! :D Io con Zak mi ero incartato ben presto..

      Elimina
  3. Le grandi foto... che ti invidio! Il gioco di Indy è uno dei miei preferiti di sempre!
    Molto carina la mostra anche se il gioco non mi pare di conoscerlo.
    Certo che è una tristezza che i cabinati siano solo dei pezzi da museo... e non ne sono mai stato un grande fan (per tirchieria).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la seconda avventura che usa lo SCUMM dopo Maniac Mansion, poi venne Indy e Monkey Island... Ormai i cabinati sono solo da esposizione, purtroppo..anche se ogni tanto vedo qualche sala giochi "superstite" in giro

      Elimina