lunedì 10 settembre 2018

Topolino 3276

Dopo la scorpacciata di eventi di questo weekend, diamo una veloce occhiata alle storie dell'ultimo Topolino, il numero 3276!


Apre il numero Topolino e la profezia dei Saurotechi. La storia fa sempre parte della serie per i festeggiamenti dei 90 anni del topo. Questa volta l'avventura vede la partecipazione del mitico professor Zapotec (ricordo le bellissime storie con i viaggi temporali di quando compravo Topolino da ragazzino) e soprattutto di Eurasia Tost, l'archeologa e esploratrice. Una vicenda abbastanza assurda con molti colpi di scena. I disegni sono di Marco Mazzarello e la storia è di Vito Stabile.

All'inizio di Paperino e l'occupazione blasonata incredibilmente Paperino si ritrova senza più debiti, neanche con Paperone! Per evitare di accumularne altri si mette alla ricerca di un lavoro "blasonato" e su suggerimento di Battista inizia a fare il maggiordomo (con esiti ovviamente disastrosi)! La storia è del grande Carlo Panaro e i disegni sono di Michele Mazzon.

Shhh! è una divertentissima storiella scritta da Tito Faraci e disegnata da Alessio Coppola, in cui non ci sono dialoghi ma solo suoni onomatopeici, tranne una frase finale! Veramente esilarante e originale. Fra l'altro una scena è un palese omaggio ad un'altra di un cult della risata..


Zio Paperone e l'insonnia vantaggiosa mostra come il riccastro sappia sfruttare a proprio vantaggio pure i continui assedi notturni ad opera di Bassotti o Amelia! La sceneggiatura è di Giulio D'antona e i disegni sono di Danilo Barozzi.

Paperoga si improvvisa biografo di Paperone in Paperoga e la biografia non autorizzata, ovviamente con il solito esito ricco di guai. La sceneggiatura è di Pier Giuseppe Giunta e i disegni sono di Alessandro Del Conte.

Conclude questo numero gli ennesimi supereroi in salsa Disneyana. Questa volta tocca a Qui, Quo, Qua che grazie (o meglio per colpa) di Archimede diventano i Whizz Kids, con i nomi di battaglia di QuickPaint, Quo Vadis e EarthQuake! I superpoteri dei paperetti costituiscono nelle materie scolastiche preferite "amplificate", ad esempio Qui ha il potere di far diventare reale quello che disegna. I tre dovranno affrontare tre bulletti che hanno subito lo stesso trattamento, questa settimana c'è solo la prima parte della nuova saga che non ho idea per quanto proseguirà. In questo caso gli autori sono tre: sceneggiatura di Vito Stabile, soggetto di Stefano Munarini e disegni di Emilio Urbano.

12 commenti:

  1. Ciao.quanti ricordi leggendo il tuo post.
    Ciao.fulvio

    RispondiElimina
  2. Mi potrebbe piacere giusto l'ultima storia, a sto giro.
    Forse pure quella con Zapotec che comunque non ho mai troppo amato...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le vecche storie con Zapotec e i viaggi temporali le ho sempre apprezzate, ma erano gli anni '80-'90, il mio periodo "d'oro" con Topolino

      Elimina
  3. Questo Topolino, lo dico con tutto l'affetto, è da buttare nel cestino.

    La prima storia è carina, ma Mazzarello non è adatto a disegnare Eurasia Tost (invece mi piacque in alcune storie di Casty).

    L'ultima storia è giustamente rivolta a un target di bambini, ma un po' di prurito mi è venuto. Vedo che Vito Stabile scrive un po' di tutto, è bravo, ma secondo me deve fare il salto di qualità. E smettere di fare strizzate d'occhio ai nostalgisti :D

    Per fortuna c'è Faraci, quella breve è esilarante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eurasia è ottima se disegnata da Cavazzano, non vorrei dire fesserie :) Faraci ogni numero fa una storiella umoristica, questo giro si è superato! L'ultima storia non mi ha detto granchè, vedremo i prossimi capitoli

      Elimina
  4. Ma sai che non ricordavo che il Topo comiva 90 anni?
    Ahi, colpa della scuola, perdo i colpi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene si, 90 anni..quasi come i miei :D

      Elimina
  5. Purtroppo non ho letto le storie, però con la tua recensione ho riepilogato bene ... cavoli, 90 anni di topolino sono un traguardo! mi inchino! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 90 anni ovviamente del personaggio, non del settimanale :)

      Elimina
  6. Le storie con Zapotec e Marlin le adoro sempre, a prescindere!
    La storia dei debiti sanati la trovo assurda, stando alle minacce di Paperone, sembra che debba dargli milioni di dollari...
    Gamba ultimamente sta avendo troppo spazio, come Dinamite Bla un po' di tempo fa... e la cosa la trovo assurda. Però adoro le storie "mute".
    I disegni di Urbano li trovo orribili e la storia non mi attirerebbe manco se fosse scritta da De Rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marlin non lo ricordavo così pasticcione.. Infatti la premessa di quella con Paperino maggiordomo è veramente risibile.. Gamba lo stanno usando tantissimo come protagonista comico, vedi questa storia, quasi alla Cattivik! I disegni di Urbano è vero, sono molto spiazzanti, non molto classici..bisogna abituarsi un po' alla loro visione

      Elimina