martedì 12 febbraio 2019

Topolino 3298: Topolino e l'amico non ritrovato

Appuntamento col Topolino della settimana. In copertina la coppia di amici in costume dei padri pellegrini americani del diciasettesimo secolo!


Topolino e l'amico non ritrovato - Sceneggiatura di Tito Faraci, Disegni di Roberto Vian
Topolino sente di avere un enorme vuoto nella sua vita, sembra quasi che gli manchi un amico ma non ricorda chi. Sarà un mago (palesemente ispirato come fisionomia all'occultista Aleister Crowley) a fargli tornare il ricordo di Pippo. E anche se nessuno ricorda il pippide, spetterà al topo capire cosa sia accaduto durante un viaggio nel tempo (ecco spiegata la copertina) e far tornare tutto come prima. Bellissima storia con un finale molto commovente, forse avrebbe meritato ancora più pagine.

Il conte di Anathram - Sceneggiatura di Marco Bosco, disegni di Nico Picone
Seconda puntata per la saga dei paperi ispirata a Downton Abbey. Arriva finalmente Paperin Doodle dall'America e si dimostra subito un papero semplice e di buon cuore. Riuscirà sir Paperon a cambiarlo? Notare che sono riusciti a non parlare di "eredi" ma di "supplenti", perché il vero conte di Anathram sta girando il mondo e ha lasciato la cura del suo patrimonio ad un.. supplente appunto.

Wizards of Mickey Gamba Il diamante della torre di ghiaggio - Sceneggiatura di Gabriele Panini, disegni di Francesco D'ippolito
Altra storiella breve dedicata a Gamba in versione WoM, qui alle prese con il furto del diamante del titolo, putroppo per lui aiutato da Sgrinfia. La vicenda è ambientata prima che divenisse uno stregone.


Paperino e la stella andina - sceneggiatura di Giorgio Figus, disegni di Emmanuele Baccinelli
Paperino e Paperoga vengono mandati in missione nelle Ande per recuperare il rarissimo fiore del titolo. Una cara vecchia storia come quelle di una volta, anche i disegni sono molto classici. E per una volta i cugini ne escono alla grande!

Paperetta, Paperoga e l'improponibile Grumby - Soggetto di Giulio D'Antona e Isabella Ragonese, sceneggiatura di Giulio D'Antona, disegni di Vitale Mangiatordi
In conclusione la vicenda più divertente dell'albo. Paperetta, Paperoga e pure Paperone sono alle prese con un robot da cucina pestifero, dai vari difetti e problemi, e con i tentativi della vendita dello stesso. Il robot è chiaramente ispirato al reale (e costosissimo) Bimby. Il soggetto è dell'attrice Isabella Ragonese, che è stata molto brava nell'inventarsi questa trama ricca di trovate esilaranti.
Domani Topolino con copertina dedicata a S.Valentino!

17 commenti:

  1. Topolino senza spunti, tranne che la prima storia.
    Un C A P O L A V O R O.
    Vian e' già un bravo disegnatore, ma mi ha sorpreso in questa storia con giganteschi primi piani a coprire praticamente tutto il riquadro.
    I suoi disegni ti trasmettono tutta l'inquietudine e le paure di Topolino.
    La scena di Topolino con la testa appoggiata al vetro dell'autobus...sembra di rivedermi in certi momenti della mia vita.
    Una storia potentissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimi Tito Faraci e Vian, l'ho scritto, avrebbe meritato più pagine.. e magari un formato più grande

      Elimina
  2. Cioè, davvero hanno parodiato Aleister il satanista? *___*

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fisicamente lo ricorda in tutto e per tutto, secondo me è uno scherzone degli autori, bisognerebbe chiederglielo :D

      Elimina
  3. Il titolo di partenza ispira anche me che non sono una grande amante di questo genere di fumetto...il finale commovente mi fa ancora venire più voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissima Fede quella storia.
      Sembra una puntata di una serie televisiva!

      Elimina
    2. Riccardo, una serie tv bella però :D

      Elimina
  4. Le storie disneyane in costume antico mi hanno sempre affascinato per il loro carattere fiabesco. Mi piace poi simpatica follia di Paperoga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah e nell'ultima storia si da un senso alla follia di Paperoga, anche lei può essere utile :)

      Elimina
  5. Vediamo se posso fare un riassunto...
    Il Bimby non risparmia manco i fumetti, così come San Valentino. L'amicizia è una cosa seria, e lo sa pure Topolino.
    Chi ha la commozione facile deve prestare attenzione anche alla lettura dei fumetti.
    Dici che ho capito tutto? :P

    RispondiElimina
  6. Comprato ed in attesa di lettura!

    RispondiElimina
  7. Madonna che tristezza la prima! Sarà bella, non lo metto in dubbio ma che malinconia...
    La penultima, se no capito bene, ha il Paperoga che tollero.
    Non ho la più pallida idea di cosa sia un Bimby, non era Bambi della Disney?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che nelle ultime due Paperoga fa una bella figura, specialmente nell'ultima.. viene finalmente usato per la sua capacità di essere folle! Il Bimby è un robot multifunzione da cucina, dal costo di 1000 e passa eurazzi..viene prodotto dalla Vorwerk, quella dei Folletto

      Elimina
    2. Ah ecco... 'na cosa inutile per viziati, che probabilmente usano 3 volte e poi diventa un raccogli polvere come la cyclette diventa un appendi abiti 😆

      Elimina
    3. E dici mia moglie neanche troppo funzionale..

      Elimina