sabato 30 novembre 2019

Bilbolbul 2019 + Bologna

Oggi giretto con la mia dolce metà in quel di Bologna. Vi si sta svolgendo il Bilbolbul, festival internazionale del fumetto. Inoltre ne ho approfittato per visitare un po' tutta la città. Ecco qualche foto sparsa!


Nella strada verso il Bilbolbul potevo esimermi da fotografare la piadineria di Ciccio?

Il Bilbolbul è dislocato in molte location della città, ovviamente causa il poco tempo a disposizione ne ho visitato poche. Una di queste è il grazioso Comix Cafè, come potete vedere dalle foto un caffè a tema fumettistico! Bellissime le pareti con tutti gli "omaggi" dei vari avventori. I fumetti sulle mensole sono liberamente consultabili :)

Eccoci seduti su questi strani "troni" fatti di cartone!

Un po' di street art catturata in giro per Bologna..

Altra tappa fumettistica obbligata quella al Panini Store, che in pratica è una normale fumetteria superfornita. Ecco il mega-bottino del Free Comic Book Day che quest'anno ha coinvolto Bao, Panini, Saldapress, Star Comics, Bonelli e Panini. Mi sa che mi converrà parlare di questa miriade di albetti raggruppandoli per editore!

Già che c'ero, al Panini store ho preso il libro PK Un nuovo eroe di Alberto Lavoradori e Roberto Gagnor e Attica 01 di Giacomo "Keison" Bevilacqua!

Eccoci al fulcro del Bilbolbul, cioè la biblioteca Salaborsa. A differenza di altri festival non sono presenti direttamente le case editrici ma c'è un bookshop suddiviso fra editori e autoproduzioni. Il tutto mi è parso pure troppo "ingessato" per i miei gusti (come sapete io sono abituato a festival e fiere più spontanee e dirette), ma degustibus! Poi come detto ci sono tutte le altre location cittadine in cui si stanno svolgendo mostre e presentazioni.

Ecco comunque qualche autore presente per i classici sketch e firmacopie.

E un paio di foto dell'enorme bookshop

Nel bookshop ho scovato queste tre interessantissime autoproduzioni: la nuovissima Capire la muffa degli amici Lise & Talami, Tutto da rifare di Soldo di cacio e il geniale Giornata Tipo di Ivan Hadouken!

Un po' di foto dal centro di Bologna. La fontana del Nettuno, finalmente restaurata...

 ...e le caratteristiche due Torri!

Vicino alla biblioteca Salaborsa c'è anche questa graziosa Libreria per ragazzi intitolata a... Giannino Stoppani, alias Gianburrasca!

Un bravissimo artista di strada che realizza queste impressionanti sculture con la sabbia

Frattanto, la Pimpa annunciava il Festival Jazz di Bologna

Ultima tappa obbligata, l'enorme Lego Store, in cui troneggia questo leone.

C'è stato tempo per l'ultimo acquisto, una bustina della serie "xtra" ovviamente...natalizia!

10 commenti:

  1. Tanta invidia, perché non andiamo da troppo tempo a Bologna. Bella da viverci a lungo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che ha detto anche mia moglie, le piacerebbe viverci! :)

      Elimina
  2. Bello, ma un nome meno complicato no? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bilbolbul è il primo fumetto italiano, anno 1908 :D

      Elimina
  3. Bella l'idea di dislocare la mostra per la città. Io lo farei anche per Lucca, dato che mi piace più per il centro dentro le mura che per stand e fumetti. E belli pure voi!
    Riguardo il FCBD: a scroccone! Ahahah scherzo, ne compri sicuramente molti più di me, quindi te li meriti 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al Panini mi hanno chiesto: "quali vuoi" E io "TUTTI!" Il bello è che ancora albetti degli anni scorsi MAI LETTI :D Ma Lucca non è già itinerante per tutta la città? Comunque anche Treviso è così, anche se più che mostre e presentazioni prediligo la zona "calda" delle case editrici e degli autori :) Un amico mi ha detto che l'idea originale del Festival in giro per la città viene da quello di Lucerna

      Elimina
    2. Lucca è nella città ma al centro delle strade/piazze coi classici, brutti e freddi stand. Mentre qui e a Treviso è tutt'altra cosa, tra negozi normali e vetrine disegnate.
      Quello di Lucerna non lo conosco.

      Elimina
    3. Magari prima o poi capiterò pure a Lucerna :D

      Elimina
  4. Mai stato a Bologna e lo dico con rammarico. Spero di capitarci prima o poi, magari proprio per il BilBolBul.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bologna è veramente una bella città, ricca di vita e di cultura!

      Elimina