lunedì 30 ottobre 2017

Motorola StarTac (1996) Unboxing e review

Stasera volevo fare un unboxing e review del contenuto del package di uno dei primi cellulari della storia di dimensioni "umane": il mitico Motorola StarTac del 1996!

Il package che è venuto in mio possesso è quello marchiato TIM, con la mano che regge il StarTac (e quindi ne mostra già le dimensione contenute) e che si erge da delle dune (?) verso il pianeta Terra! Che sia un riferimento al comunicatore di Star Trek al quale si ispira?

Particolare della scatola in cui si vede l'anno di fabbricazione del cellulare

Il contenuto del package, purtroppo manca l'alimentatore, ma vediamo tutto il resto del malloppo..

Ecco lo StarTac, ovviamente l'usura del tempi si è fatta sentire. Ovviamente la tecnologia Etacs non permette più l'utilizzo anche volendo di questo cellulare. Questo esemplare purtroppo ha l'antennina esterna che si stacca.

Il retro del cellulare

Il cellulare aperto, è stato uno dei primi ad avere la cosiddetta apertura "a conchiglia". Dovrebbe esistere una primissima e rara versione con addirittura il display a LED rossi, ben presto abbandonata a favore di questa versione con il display LCD!

Il mini depliant con gli accessori disponibili all'epoca

Altro libretto con accessori disponibili e il libretto con le informazioni preliminari

La guida veloce all'uso

Due altre batterie supplementari, due porta-batterie e un accessorio che non ho capito bene cosa servisse..
La tessera del Programma Vantaggio Motorola, una specie di Club Fedeltà

Infine il dischetto con la Guida in Linea, notare i requisiti per farla girare, bastava un 386 con Windows 3.1 e 1 MB di spazio su disco!

9 commenti:

  1. Ommammamia, gli Star Tac.
    Ommammamia, il 1996.
    E ricordo che era il più gettonato tra le truffe napoletane. Lo davano nelle piazzole di sosta degli autogrill.
    Mai sopportato, difatti mai avuto un telefono che si apriva e chiudeva, manco a scorrimento XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi ricordo di non averne mai avuti di tipo "clamshell", e dire che come comodità non erano male, non rischiavi di far partire chiamate a caso come capita ancora oggi..
      A proposito di truffe, l'ultima volta che sono stato a Parigi ti proponevano per strada iPhone e Samsung di dubbia provenienza e funzionamento :)

      Elimina
  2. Ciao, nuova follower! Complimenti per il blog e i post; qui il mio ultimo post, pubblicato questa mattina: https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2017/10/recensione-lultimo-disastro-jamie.html

    se ti va ti aspetto da me tra i lettori fissi; trovi il blog anche su instagram come: ioamoilibrieleserietv

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te, ho contraccambiato! :)

      Elimina
  3. Fu il secondo telefonino entrato in casa mia, entrambi di mio padre... il primo era ancora enorme, questo fu una piccola rivoluzione! Visto che è la mia prima volta sul tuo blog ne approfitto per farti i complimenti... tornerò a trovarti perché parli di argomenti che mi interessano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, anch'io seguirò il tuo sito :)

      Elimina
  4. Ma funziona?
    Bei tempi quando il cellulare ce lo avevano in pochi, soprattutto pochi ragazzi e zero bambini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho l’alimentatore purtroppo...gia bei tempi quando servivano solo per telefonare e pochi sms, e si aveva ancora tutti un PC a casa...

      Elimina
  5. Io manco quello, TV, un po' di videogiochi e tanta interazione sociale dal vivo! Tranne quando mi leggevo un fumetto sul treno o a scuola, lì non dovevi rompermi i coglioni! 😝

    RispondiElimina