giovedì 10 maggio 2018

Ratboy - di Leo Ortolani

Penso di aver già attirato la vostra attenzione con questa copertina :) Stasera si parla della nuova follia di Leo Ortolani, Ratboy!


La triste fine dei fumettisti
Dopo Ratolik e Il Rat-Man enigmistico, Ratboy è la nuova parodia pensata dal geniale Leo. Questa volta il prodotto è preciso come formato e.. patinatura al mitico Playboy, anche se poi in definitiva a parte la copertina di particolarmente osè non c'è nulla. A proposito della copertina, ritrae la splendida Giorgia Vecchini alias Giorgia Cosplay. All'interno della rivista trova posto un'intervista a Giorgia e una a Leo e un doppio poster di Giorgia, ma il pezzo succoso è la storia inedita "Sotto il costume niente!". Ambientata a Luppa Cosplay, parodia della famosa fiera italiana, la vicenda vede Rat-Man (in costume da.. Zorro) incontrare prima l'angelica e formosa cosplayer Giò (alter-ego di Giorgia Cosplay) e poi l'ancora più formosa e disinibita cosplayer Osaccah.

Inutile dire che l'umorismo di Leo qui è al suo apice. Fra cosplayer "di manga che nessuno conosce", elfe in tacchi a spillo, guerre fra cosplayer con costumi sempre più striminziti, fate sovrappeso e fumettisti emarginati l'albo mi ha strappato più di una sonora risata. Se si vuole ci sono delle riflessioni sul reale significato dell'arte del cosplay e sullo spazio sempre maggiore che viene dato alle fiere a queste nuove espressioni a scapito del fumetto, ma non è certo una storia nata per intristire, piuttosto per far sorridere e ci riesce in pieno.

L'ascensione di Rat-Man
Ratboy - di Leo Ortolani
pagine 98 - euro 9.90
Panini Comics

24 commenti:

  1. Si ma il poster com'è?
    Scherzi a parte effettivamente in certe fiere il cosplay ha decisamente più importanza dei fumetti e i cosplayer essenzialmente vanno per quello, con tutte le varie sottocategorie e guerre su cosa è o non è il cosplay, per alcuni sembra davvero un lavoro, e il divertimento? A casa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sa che Leo è insofferente alle fiere strapiene di "estranei" tipo cosplayer e yotubers..Che poi in questo albo Leo attacca anche i fumettisti, visti come snob a cui da quasi fastidio il pubblico, quindi ne ha per ogni categoria :)

      Elimina
  2. I cosplayer vanno alle fiere per fare le gare. La maggior parte, almeno. E lo so per esperienza diretto, avendo organizzato una fiera ed essendo stato costretto a fare un concorso con relativi premi per far venire qualcuno. Per fortuna non erano tutti di manga che nessuno conosce... Ma qualcuno c'era! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa molto ridere in questo fumetto la divisione delle categorie: - cosplayer di manga sconosciuti - Jack Sparrow (una moltitudine) - tutti gli altri (sei di numero! :D)

      Elimina
    2. Harley Quinn, hai dimenticato Harley Quinn.

      Elimina
    3. Sono le categorie ipotetiche presenti nel fumetto :) comunque si, Leo ha scordato le millemila Harley Quinn presenti alle fiere, mi hanno raccontato che a Lucca c'erano perfino Harley Quinn bambine e Harley Quinn incinte!

      Elimina
  3. Albo che prenderò senza pensarci due volte appena riesco (insieme al numero 123 di Rat-Man che dovrebbe avere una finale alternativo, se ho capito bene)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esatto, ma quello te lo mandano a casa se hai inviato i tagliandini presenti negli ultimi dieci Rat-Man (cosa che io ho fatto)

      Elimina
  4. Lo prendere solo per la geniale copertina, sono sincero :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina è stupenda! :)

      Elimina
    2. Penso solo quella :)

      Moz-

      Elimina
    3. Anche la storia è da morire dal ridere.. :D però deve piacerti il genere

      Elimina
  5. Ne sto sentendo parlare bene praticamente ovunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, ne ha appena parlato anche il Doc, mi ha anticipato! :)

      Elimina
  6. Ma l'adattamento giusto non doveva essere Playrat? Dal titolo avevo pensato ad un Rat-Man quando era un ragazzo.
    Notevoli i meloni di Giorgia (che ho conosciuto di recente grazie al Conte).
    Penso che questa storia potrebbe piacere anche a me, visto chi prende in giro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Playrat ci stava in effetti :) Io Giorgia l'ho vista al Game Fortress di Palmanova, ero che chiaccheravo con il compianto presidente del Treviso Comic Book Festival (che ci ha lasciato da poco) quando è passata salutandolo, poi lui mi fa "però Giorgia Cosplay è sempre una gran f.." :D

      Elimina
    2. Un bell'aneddoto di una persona che non c'è più!

      Elimina
    3. Infatti, ricordiamolo così :)

      Elimina
  7. Copertina notevole :D, ma molto stuzzicante anche questa presa in giro delle fiere del fumetto (che diventano appunto il reality dei cosplayer :D, fermo restando che io guardo sempre con curiosità le gallery di cosplayer). Luppa, ahahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E i fumettisti messi a Bagni di Bucio, a 54 km da Luppa? :D Comunque avendo partecipato all'albo pure Giorgia Cosplay, diciamo che la presa in giro è stata tollerata

      Elimina
  8. Mi son quasi convinto a prenderlo dai nonostante i dieci euro siano tantini per una rivista cosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hey Grantorrone da quanto tempo :D (lo dico perché è passato oggi a Torino a salutarmi!)

      Elimina
  9. Mi piace l'idea di una rivista su Ratman, solo la battuta sull'amante latino vale tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne sono di battute all'interno.. :D

      Elimina