mercoledì 28 novembre 2018

Lost Identity - di Nicola Stradiotto

Stasera parlerò di un'opera diversa dal solito. Una raccolta di illustrazioni artistiche ad opera di Nicola Stradiotto, dal significativo titolo di Lost Identity!


Lost Identity è un'insieme di illustrazioni di volti che perdono la propria natura umana. Sono volti che perdono gli elementi classici e rassicuranti degli occhi, naso e bocca e  acquisiscono invece degli elementi grotteschi e allucinanti, possono essere la cerniera che si vede in copertina, dei tralicci dell'alta tensione, una serratura con chiave, dei fili sempre più intricati.. L'autore con questa raccolta vuole simboleggiare la perdità dell'identità dell'essere umano di fronte alla modernità. Ogni illustrazione fa quindi riflettere e colpisce veramente nel segno. Il libretto è suddiviso in quattro capitoli, ciascuno introdotto da una frase esplicativa.
Ho contattato l'autore tramite Whatsapp e ha risposto molto cortesemente a qualche domanda..

- Ciao Nicola, puoi dirmi come nasce questo progetto?

È un lavoro durato due anni, due inverni in particolare.. Guardando le persone negli occhi o dai loro tratti somatici mi accorgevo sempre più di cosa affliggesse certe persone! Molte di loro purtroppo erano snaturate.

- Quindi ti sei ispirato a persone reali?

Si. Da fatti e cose reali. Storie di amici. Ma anche la mia... o quella della mia ragazza!

- Fra le altre cose ho notato un traliccio dell’alta tensione, o la manina dell'Amiga..

Gli ultimi 30 anni sono caratterizzati dai telefonini, PC, TV color ecc ecc. Internet ormai detta legge sulla moda, comportamenti, pensieri.. Non serve nemneno più avere un interlocutore per comunicare!!! 😂

- Quindi sono simboli della tecnologia?

Esatto! Peró la “tecnologia” sta prendendo il sopravvento!!!

- Come hai realizzato questi disegni?

Penna biro nera su carta A4, la classica BIC! Ogni disegno è colorato al tratto. Per ognuno ci ho messo da 1 a 2 ore più o meno.. Per fare il libro li ho dovuto scansionare uno a uno!!!

- La tua storia come disegnatore?

Io disegno “seriamente” da quando avevo 14 anni. Ho fatto l’istituto d’arte..A casa avró migliaia di disegni dentro i cassetti..Astratti, surrealismo, fumetti... Ho fatto anche dei collage con foto.. Qualche acrilico su tela..

- Pero’ per il tuo primo libro non hai realizzato un fumetto, è un discorso che non ti attira?

È il mio prossimo progetto: un fumetto gore-splatter non sense!!! È quasi finito... In primavera scansiono i bozzetti e metto insieme il tutto.

- Aaah molto interessante, mi farai sapere quando sara’ il momento.. infatti una domanda successiva era proprio sui progetti futuri..

A fine gennaio ho un’altra mostra a Castelfranco Veneto con i disegni di Lost Identity, e poi a Vicenza verso aprile. Sto anche raccogliendo le grafiche che ho realizzato in questi anni per flyers di concerti vari 😉

- Per farne una raccolta?

Pensavo a una zine in stile DIY. Di sicuro li esporró nei locali dove hanno fatto quel dato concerto. Vediamo... nell’anno nuovo!

Lost Identity - di Nicola Stradiotto
pagine 80 - euro 15
Aletheia Editore
https://www.instagram.com/nicolastradiotto
https://www.facebook.com/nicola.stradiotto

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie a te Nicola, anche della chiaccherata! :)

      Elimina
  2. Complimenti a Nicola.
    Devo tirare le orecchie a Fabri perché doveva mettere qualche screenshot in più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, ma non volevo rovinare la sorpresa :D Comunque anche se non sei su instagram, se clicchi sul link vedi altre sue opere

      Elimina
  3. Aspettiamo con curiosità i prossimi lavori!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...speriamo di trovare qualcuno "abbastanza matto" da pubblicare il mio prossimo lavoro!!! :)

      Elimina
    2. Condivido la curiosità! Comunque anche con l'autoproduzione puoi ottenere ottime soddisfazioni, vedi le molte ottime opere autoprodotte che ho recensito in questo blog..

      Elimina
  4. L'autoproduzione sarà sicuramente un'opzione!

    RispondiElimina
  5. Idea notevole ma risultato agghiacciante.
    Manina dell'Amiga? Forte!
    Mi incuriosisce il fumetto futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ANch'io sono curioso di vedere cosa produrrà Nicola!

      Elimina