martedì 8 gennaio 2019

Topolino 3293: Un altro anno insieme!

Appuntamento del martedì sera con il Topolino settimanale. Copertina celebrativa del nuovo anno, e ben sei storie all'interno!


Orgoglio e Pregiudizio Secondo Volume - Sceneggiatura di Teresa Radice, disegni di Stefano Turconi
Secondo capitolo dell'adattamento del classico di Jane Austen ad opera della bravissima coppia Radice-Turconi. Fanno capolino le divertente versioni adattate a questa storia di Archimede e Paperone (con tanto di deposito!). Finale molto romantico. Domani il terzo volume.

Alla ricerca di Topolino: La macchina della memoria - Sceneggiatura di Francesco Artibani, disegni di Corrado Mastantuono, colori di Emanuele Ercolani
E si conclude la lunga saga dedicata a Topolino, che finalmente recupera tutti i suoi ricordi. Prima però sarà costretto ad un estremo sacrificio: veramente un atto eroico quello compiuto dal topo. Finale forse un po' troppo frettoloso dopo tanto bailamme. Comunque disegni e colori eccellenti.

Banda Bassotti Pessimi Vicini - Sceneggiatura di Gabriele Panini, disegni di Luka Bonardi
Breve storiella sui Bassotti che, dal quartiere malfamato dove abitano di solito, decidono di spostarsi in una zona più tranquilla. Comunque la premessa mi sembra un po' risibile, è ovvio che avrebbero dato subito nell'occhio!

Pippo Fuori pista - Sceneggiatura di Pietro B. Zemelo, disegni di Gigi Piras
Pietro B. Zemelo (a proposito, si è sposato oggi, ancora congratulazioni!) scrive una divertente storia quasi del tutto muta su Pippo alle prese con lo slittino e vari guai fuori pista appunto. Fa venire un brivido a pensare anche al tragico incidente con lo slittino in cui ha perso la vita una bimba qualche giorno fa, ma questo Topolino è uscito prima del fatto, quindi è solo una triste coincidenza.

Paperino e il MezzoPienismo - Sceneggiatura di Bruno Sarda, disegni di Lucio Leoni
Paperoga insegna un po' di "MezzoPienismo" a Paperino, cioè il vedere sempre il bicchiere mezzo pieno più che mezzo vuoto, quindi un po' di sano ottimismo. Ma Paperoga alla fine dovrà ricredersi.

Zio Paperone e il cappello spensatore - Sceneggiatura di Fabio Michelini, disegni di Luciano Gatto
Ricordate il cappello pensatore di Archimede, quello che gli permette di concentrarsi? Il maestro Gatto disegna una vincenda in cui il genio di Paperopoli inventa il suo opposto, un cappello per evitare di avere brutti pensieri. Solo che tutti questi pensieri negativi verranno catalizzati da Amelia per un drammatico e avvincente assalto al deposito!

9 commenti:

  1. Bella la copertina, tra fine delle feste e un'anticipazione di Carnevale :)
    p.s.
    perché quel dito indicatore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le dita mi servono per tenere giù le pagine, altrimenti non stanno dritte per la foto..tutto qua :D

      Elimina
    2. mi permetto di intervenire :D, il dito indicatore altro non è che il dito per tenere ferma la pagina e fare la foto.
      Noi risparmiosi delle scansioni usiamo questo trucco :D

      Elimina
  2. Sai che la storia di Michelini non mi è piaciuta?
    Ho sempre la stessa impressione dell'autore: ripropone storie vecchie e già viste, senza magari aggiornarsi come fa Panaro.
    La storia che mi è piaciuta di più è il mezzopienismo..Paperoga geniale qui..bellissimi i disegni di Lucio Leoni.
    Orgoglio e pregiudizio non è male.
    Nel complesso alla ricerca di Topolino non mi ha entusiasmato.
    Forse devo rileggerla tutta di fila e con più attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella di Michelini sembra una storia degli anni '80 :D La cosa che mi è piaciuta è l'assalto al deposito, con il deposito che a momenti si sgretola.. Paperoga per una volta utile, non solo pasticcione :) Il finale della ricerca mi è sembrato un po' tirato via, come se avessero finito le pagine ad un certo punto :D

      Elimina
  3. Ma quest'anno hai preso tutti i numeri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un gran numero.. certo che il problema con i Topolino è dove metterli ad un certo punto! :D

      Elimina
  4. Con quella di Pippo mi hai ricordato il cortometraggio sempre con lui sciatore e la voce fuori campo 😍
    Di certo non potevano sapere della tragedia della bambina e se non sbaglio ne è morta un'altra 1-2 giorni prima...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto..ma si sa che i Topolino sono pronti giorni e giorni prima della messa in vendita..è solo una tragica coincidenza

      Elimina