mercoledì 10 luglio 2019

Dampyr 232: La compagnia guerriera - di Mauro Boselli e Maurizio Rosenzweig

Oggi ho preso in edicola e ho già divorato il nuovo Dampyr!


L'albo costituisce la prima parte di una saga estiva che si concluderà il mese prossimo. Si torna nel lontano mondo già visitato nei numeri 173 e 174. Qui la squadra dei nostri eroi, con l'apporto del "verminoso" e simpatico Cavaliere Savnok, dovrà fronteggiare una vecchia conoscenza, che è riuscita a portare dalla sua parte qualcuno che potrebbe sconvolgere l'intero multi-verso! In mezzo anche una terribile tribù di selvaggi, dedita al cannibalismo. Quindi i momenti splatter non macano. I nostri eroi ritrovano inoltre la compagnia di bellissime amazzoni (vedi il titolo dell'albo) già incontrata negli albi citati.

Torna sulle pagine di Dampyr il maestro Rosenzweig, che è sempre una garanzia. Prima tratteggia principi e armate infernali, poi si sbizzarisce con i personaggi e le creature del mondo fantasy e, dulcis in fundo, regala un lovecroftiano Cthulhu da antologia, incorniciato in enormi vignette.

Dampyr 232: La compagnia guerriera - Sceneggiatura di Mauro Boselli e disegni di Maurizio Roselzweig
pagine 98 - euro 3.90
Sergio Bonelli Editore

9 commenti:

  1. Dampyr purtroppo lo leggo raramente, ma credo sia una delle migliori "creature" bonelliane. Molto belli questi disegni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, Maurizio si è superato anche questa volta :)

      Elimina
  2. Da prendere anche solo per i disegni del maestro.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Mi piace la parte selvaggia, mi ricorda l'Isola Dinosauro della DC. Un po' meno i mostri demoniaci, fanno troppo Devilman (manga, non anime), che non ho mai apprezzato.
    Concordo con te e gli altri sui disegni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mostro demoniaco è Cthulhu, non se appaia anche in Devilman ma può essere :D

      Elimina
    2. I nomi dei demoni non li conosco (probabile si tratti di nomi presi dalla Divina Commedia). Dicevo più per l'aspetto che per il demone di per sé.

      Elimina
    3. Una delle ispirazioni di Go Nagai per i mostri è stato Lovecraft, che ha creato il Cthulhu che vedi qui, quindi tutto torna :) Cito Wikipedia: "Molti dei manga e anime di Gō Nagai traggono ispirazione dalle opere di Lovecraft: tra di essi, quelli dai richiami più evidenti agli scritti del Solitario di Providence sono la saga di Devilman e Jeeg Robot d'Acciaio. "

      Elimina
    4. Ah ecco. Questa cosa non la sapevo.
      Quindi sicuramente Intuhuculo ci sta anche in Devilman.

      Elimina