domenica 21 luglio 2019

Macelli - di Zerocalcare

Un'altra collaborazione di Zerocalcare con L'Internazionale. Vediamo velocemente di cosa tratta questa nuova storia breve.


Macelli è tutto quello che sta succedendo ancora adesso in Siria, dove non è vero che la guerra contro l'ISIS è vinta, è solo che è "passata di moda". E "macello" è un modo di definire qualcuno che è sempre nei casini, com'era da giovane Lorenzo Orsetti detto Orso, recentemente perito mentre combatteva l'ISIS assieme ai Curdi. Con questo vero e proprio lavoro di graphic journalism,  Zerocalcare cerca di ricostruire frammenti della vita di Orso intervistando alcune persone che l'hanno conosciuto. Il tutto per ricordarlo degnamente, visto che sembra quasi che sia già stato dimenticato, ma anche appunto per ricordare la drammatica situazione siriana e dei Curdi. Un'altra cosa che colpisce è il trattamento riservato ai combattenti italiani che ritornano in patria dal fronte contro l'ISIS. Invece di essere accolti come eroi vengono considerati alla stregua di terroristi, con tanto di assurda misura di "sorveglianza speciale" e tutto ciò che comporta. Non manca ovviamente qualche parentesi ironica nello stile dell'autore.
Veramente molto toccante e straziante il finale.

Macelli - di Zerocalcare
pagine 31 - all'interno di L'Internazionale del 19/7/2019

8 commenti:

  1. Lo Zerocalcare che preferisco, quello che evita i lavori su commissione in cui gli chiedono di disegnare e commentare robe Nerd, e ci parla di quello che davvero gli sta a cuore. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però anche quando fa la recensioni nerd è divertente...certo questi articoli sono tutto di un altro livello!

      Elimina
  2. Purtroppo non riesco ad apprezzarlo fino in fondo, e queste incursioni "politiche" mi sembrano quasi un'eco lontana di ciò che si faceva tanti anni fa...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Zerocalcare è così, prendere o lasciare :D

      Elimina
  3. Lo devo prendere, assolutamente (è il mio Zerocalcare preferito quello politico).

    RispondiElimina