mercoledì 22 novembre 2017

Macerie Prime - di Zerocalcare

Dopo il bellissimo Kobane Calling, nella sua nuova opera Zerocalcare torna a parlare di argomenti vicini a noi, con l'azzecatissimo titolo Macerie Prime. Il fumettista romano parla della generazione (a cui lui stesso appartiene) di noi trentenni/quarantenni, del limbo in cui a volte ci troviamo con le nostre situazioni sentimentali in stallo perenne o i nostri lavori insoddisfacenti. Tutto nasce dal matrimonio dell'amico storico Cinghiale che vede la reunion di tutta la sua cerchia di amici. Dal già noto Secco alla nuova entrata Deprecabile, passando per Katja, Sarah e Giuliacometti (tutto attaccato), ogni personaggio si porta dietro i suoi problemi e le sue contraddizioni.


In Ogni maledetto lunedì Michele usava la metafora del naufragio, qui usa la metafora della civiltà post-atomica con le macerie del titolo, con il doppio binario fra racconto reale e allegoria. Torna anche il tema di com'è cambiata la vita di Zerocalcare, dai centri sociali al grande successo attuale (con gli ormai famosi "accolli") sospeso sempre in bilico fra le accuse di "tradimento" e il dover sottostare agli obblighi che il lavoro di fumettista gli impone, emblematica in questo tutta la vicenda dell'incontro pubblico col politico e le polemiche successive.

Non mancano comunque, anche se in misura minore rispetto agli altri libri, le consuete citazioni pop per cui Zerocalcare è diventato famoso, ottima e centrata quella di Holly & Benji! Avevo letto della sostituzione del celeberrimo Armadillo (una delle varie rappresentazioni della coscienza di Zerocalcare) con il nuovo "spirito guida" Panda, ma questa avviene solo nelle ultimissime pagine.
Il libro purtroppo si interrompe senza rispondere a molte domande, era già stato concepito come opera in due parti, a maggio uscirà il libro conclusivo.

Zerocalcare - Macerie Prime
192 pagine - 17 euro
Bao Publishing

17 commenti:

  1. In due parti? Uhmm Zerocalcare sta iniziando un po' a ciurlare nel manico. Già "L'elenco telefonico degli accolli" conteneva materiale già visto, poi poi ti fa un "Kobane Calling" e ciao. Mi prenderò anche questo, è un artista che mi piace molto. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma l'elenco telefonico e Ogni lunedì contenevano il meglio del blog con qualcosa di inedito, questo è completamente inedito (tranne l'inizio che l'avevano già anticipato).. mi fa piacere che piace anche a te :)

      Elimina
  2. Bellissimo il disegno di Genzo. Zerocalcare, ahimé, ho letto poco di lui ma apprezzo i suoi fumetti e il suo stile di disegno.

    Certo che noi 30enni siamo fonte di ispirazione totale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh io ormai sono nella decade successiva :D

      Elimina
  3. Zerocalcare l'ho scoperto per caso in libreria qualche anno fa ma indeciso su quale volume prendere, alla fine non ne ho preso manco uno.
    Sfogliando e leggendo qualche vignetta mi era piaciuto molto.
    Secondo te con quale potrei iniziare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cronologicamente inizierei dalla Profezia dell'armadillo, è uscita da poco una ristampa.. se vuoi quelli più "centrati" sicuramente Kobane Calling e Dimentica il mio nome

      Elimina
    2. Mi sono però dimenticato di specificare che voglio quelli inediti.
      Le raccolte di ciò che è apparso sul blog non mi interessano (qualcosa già l'ho letta).

      Elimina
    3. Allora Kobane Calling o Dimentica il mio nome :) Sono completamente inediti (a meno che non avessi letto i frammenti di Kobane pubblicati sull'Internazionale).. poi come totalmente inediti ci sono Un polpo alla gola e Dodici

      Elimina
    4. Un Polpo Alla Gola è proprio quello che avevo sfogliato!
      Comunque grazie, me li segno!

      Elimina
  4. Sono indeciso se leggermelo subito e mordermi le dita fino all'uscita della seconda parte o aspettare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eeh al massimo lo rileggi a maggio :D

      Elimina
  5. Michele Rech è un vero artista...ma in questa opera non decolla mai...spero bene nella seconda parte...secondo me avrebbe bisogno di qualche mese di profondo cazzeggio lontano da tutti gli accolli, lasciamolo in pace e lasciamolo esprimersi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me nella seconda parte tutto sarà più chiaro e potremo valutare meglio.. il 29 viene e a Padova e gli chiedo cosa ne pensa (scherzo, sarà inavvicinabile :D)

      Elimina
  6. Ho apprezzato questo volume, ma sta diventando troppo ridondante. Dovrebbe continuare con opere tipo "Kobane Calling".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che questi due volumi serviranno per chiudere degnamente (almeno per il momento) con le sue storie private

      Elimina
  7. Daie Fabrizio! Vai con l'intervista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. See magari :D ho provato a smuovere qualche conoscenza, ma sarà bene difficile!

      Elimina