sabato 2 maggio 2020

Dylan Dog 404: Anna per sempre - di Recchioni, Gerasi e Pontrelli

Nuovo capitolo per Dylan Dog 666, il nuovo ciclo che reinventa le origini dell'indagatore dell'incubo. Questa volta tocca ad una memorabile Anna!




Anche questo giro risulta veramente fantasmagorica la copertina di Gigi Cavenago, con effetto "specchiato". Come al solito cercherò di evitare ogni spoiler, anche se per questo albo ho dovuto fare veramente i salti mortali. Ovviamente l'albo di riferimento di questo 404 è lo storico e bellissimo Il fantasma di Anna Never. La storia infatti si apre con le stesse premesse: Dylan ha delle visioni di una donna che lo implora di non ucciderla, donna che poi casualmente conosce. E qui iniziano le prime importanti differenze dal materiale di partenza. C'è poi una sequenza di pagine completamente senza dialoghi, che testimoniano come un amore possa diventare sempre più "tossico". Una di queste pagine è folle oltre che sicuramente originale. Si arriva quindi al finale, in cui la trama sorprende in pieno perché prende una direzione inaspettata, con l'apparizione di un altro personaggio fondamentale di DYD. Gli autori sono riusciti tramite questo albo a "restaurare" almeno uno degli aspetti del Dylan "classico", rendendo alla perfezione la sua lotta contro un demone interiore. Veramente ottimo il lavoro di Gerasi, che ha dovuto dar vita a veri e propri deliri e ha dovuto realizzare quasi trenta pagine completamente senza dialoghi, dove ogni singola tavola diventa essenziale. La parte finale come di consueto introduce al nuovo numero, in cui compariranno gli "uccisori", ed è opera dell’altrettanto talentuoso Giorgio Pontrelli.

Dylan Dog 404: Anna per sempre - Di Recchioni, Gerasi e Pontrelli
pagine 98 - euro 3.90
Sergio Bonelli Editore

10 commenti:

  1. Domanda: nella prima pagina che hai postato, chi è che ha ferito così Dylan Dog? Il fantasma? No vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. **SPOILER*** Strano a dirsi di questi tempi, ma un pipistrello..ovviamente era solo una visione

      Elimina
  2. Questo potrebbe interessarmi per la tematica, ma non mi piace che Dyd sia diventato una (mini?)serie in continua continuity...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa miniserie finirà col 406, poi cosa succederà? Ancora non si sa...

      Elimina
  3. Invece, al contrario dell'amico MikiMoz, questa continuità mi affascina, ha dello sperimentale, come molte altre cose che abbiamo visto "crescere" in DD nell'ultimo periodo. Come sai, a parte la scomparsa di Groucho, apprezzo un sacco la nuova serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Groucho molto probabilmente tornerà, vedremo i prossimi due capitoli della serie 666 come concluderanno il ciclo

      Elimina
  4. ciao, segnalo che il numero in questione è il 404 e non il 406. Un saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, era per vedere se eravate attenti :D

      Elimina
  5. Le sequenze senza dialoghi sono spettacolari... e mi hanno colpito molto anche quelle di introduzione al prossimo albo di Pontrelli. Questo nuovo ciclo mi sta mettendo molta curiosità... e non vedo l'ora di scoprire come andrà a finire.
    PS. Anche io sono attento: all'interno del post è ancora presente il 406, ed esattamente dove scrivi "...l'albo di riferimento di questo 406 è lo storico..." :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente, mi ero proprio fissato con sto 406 😆 forse è perché anch’io non vedo l’ora di leggere come va a finire!

      Elimina