lunedì 30 settembre 2019

Gli acquisti nerd di settembre: Capitan Harlock, Nathan Never, iMac G4

Passata la sbornia del TCBF è giunto il momento del bottino nerd-fuffaro del mese che finisce oggi! Pochi oggetti ma buoni direi.

In apertura, parte del bottino preso al mercatino di Brugine. In bella mostra il numero 1 di Nathan Never nella versione rara a colori de Il Sabato e poi gli altri 4 numeri (originali) in ordine cronologico. Poi una scatola di Warhammer 40000 incompleta ma comunque qualche pezzo e manuali del gioco (non è il mio target ma me l'hanno venduta veramente a poco). Infine due action figure della Marvel, Namor (apparirà mai nel MCU?) e Destroyer dal primo primo film di Thor.


Sempre a Brugine, ho preso una PSP per pezzi di ricambio, un activity tracker della Xiaomi funzionante ma con display molto "debole" e tre cellularetti semi-obsoleti: Nokia N73, Motorola Fire e HTC Touch!

Foto inedita. Prima di recarci al mercatino di Marzaglia, mi sono fermato assieme all'amico Filippo in uno dei classici negozietti dell'usato, dove ho trovato altri tre cellularetti presi a 1 euro l'uno: LG Cookie, Ericsson T29s e Telit GM 210. La Telit è una marca italiana, poi diventata Telital. La particolarità di questo cellulare è che ha scritto su un lato "TIM telefonino di cortesia", quindi è un telefono che veniva dato come "muletto" ai clienti che avevano il proprio in riparazione :)

E proposito del mercatino di Marzaglia, ecco miei acquisti, che comunque vi avevo già mostrato: iMac G4 "lampadone" e netbook Asus EEEPC, che ho scoperto avere la tastiera non funzionante :(

Altro giro ad un negozio dell'usato dove ho trovato due DYD anche abbastanza recenti ma comunque storici. Sono il numero 250 a colori e il numero 280 sceneggiato da Recchioni (che non era ancora il curatore) dove compare per la prima volta Mater Morbi. Ah si e ho preso pure l'ennesimo Piccolo Brividi!

Vi avevo già mostrato anche gli acquisti effettuati al Libraccio di Verona: il libretto su Leo Ortolani di una decina d'anni fa e il librone celebrativo della Valentina di Crepax.

Al mercatino d'antiquariato "Cose d'altri tempi" di Treviso solitamente faccio fatica trovare qualcosa di mio interesse. Ma quella domenica c'era il banchetto di un ragazzo con una bella varietà di giocattoli degli anni '70-80. Ho quindi avuto a poco un mitico Capitan Harlock "flexy" della Ceppi Ratti...

...che va a far compagnia al suo sottoposto Tadashi che avevo già!

8 commenti:

  1. Me la ricordo la Telit. Un marchio abbastanza di nicchia direi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne avevo uno, però era già Telital :) Esiste ancora, ma non fanno più cellulari, fanno apparati per le telecomunicazioni

      Elimina
  2. Quell'Ericsson qualcuno lo aveva a casa mia XD
    Oh, ammazza, hai trovato Mater Morbi che è già un cult.
    Complimenti pure per Uoràmmer, seppur incompleto :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quei due Dyd li ho avuti per 50 cent l'uno, non male :D Devo ammettere che non li avevo mai letti, devo recuperare quando avrò tempo!

      Elimina
  3. Strana però la posizione delle braccia di Harlock e Tadashi, non mi piace :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra quasi "vi facciamo un culo così!!!" :D

      Elimina
  4. Se una volta ti viene voglia di venire a vedere il mio paese, vieni giu' con un furgoncino a noleggio e senza zainone, ti carico un po' di roba:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, grazie :D Sono felice che a Marzaglia ho comunque venduto uno scatolone di roba ;)

      Elimina