martedì 3 settembre 2019

Lupo Alberto: Nessun tappeto è abbastanza grande da nasconderci sotto il deserto (1997)

Splendido titolo per questo opuscoletto di Lupo Alberto, già edito nel 1997 e ristampato anche nel 2008. Vediamo velocemente di cosa si tratta.



Il lupo creato da Silver è stato spesso testimonal di diverse campagne, ad esempio di una sull'AIDS o di un'altra per il Telefono Azzurro. Questo libretto è nato in collaborazione con l'UNCCD, che sarebbe la convenzione dell'ONU contro la desertificazione. La prima edizione del volume è del 1997, ma il discorso è più che mai attuale. Lupo Alberto descrive il problema della desertificazione dal punto di vista della fattoria McKenzie, che si trova in uno stato pietoso a causa di alcune malsane abitudine dei suoi abitanti. Il lupo cercherà con i suoi consigli di migliorare la situazione. Molto istruttivo, fa capire anche che l'impoverimento delle risorse naturali non è solo un discorso dei paesi del terzo mondo, ma può essere anche un fenomeno che ci riguarda da vicino.
Ho visto che è possibile scaricare gratuitamente l'opuscolo all'indirizzo: http://lupoalberto.agenzia2d.it/index.php/nessun-tappeto

Lupo Alberto: Nessun tappeto è abbastanza grande da nasconderci sotto il deserto - di Silver
pagine 26

10 commenti:

  1. Grande Lupo Alberto, non lo citiamo abbastanza spesso, ma è presente da moltissimo nelle mie letture, e ricordo bene l'opuscolo sull'AIDS e le altre malattie veneree. Poi ho una bellissima maglietta con Terzani disegnato da Silver in stile Lupo Alerto. La metto sol in casa perché è sbridellata, ma ci sono affezzionatissimo. Meritevole questa iniziativa, mi scarico l'opuscolo, grazie.

    RispondiElimina
  2. Titolo geniale, e poi con il Lupo di Silver mi conquistano sempre facile ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  3. Bellissime le storie con finalità educative..
    Hai citato telefono azzurro e sai bene quanto mi piacquero quelle pubblicate a tema su Topolino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono le storie didattiche, anche sul Topo non hanno perso l'abitudine di farle, per fortuna

      Elimina
  4. Scusa ma forse volevi dire AIDS, non ADSL 😅
    Insomma, un albo vecchio per l'uscita ma attualissimo. Le risorse sempre più scarse è un serio problema per il quale mi ci incazzo da anni, altro che le cazzate della marionetta sedicenne svedese. Se non si sbrigano ad imporre il figlio unico a tutto il mondo, non arriviamo al 2030. Ma a me che me frega, all'occorrenza divento anche cannibale 😝 il problema è più per voi vegetariani e vegani 😅

    Comunque nel mio ultimo periodo da lettore di Topolino, ho divorato tantissimi Lupo Alberto e Cattivik (che possiedo ancora), invogliato da un cugino di mio padre, poco più grande di me. Ho proseguito fino al primo periodo comics/Dylan Dog, tra la fine delle elementari e il primo di superiori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah lapsus lavorativo :D Ora correggo! Per il discorso del figlio unico mi vedi d'accordo. Io di Lupo Alberto ho letto qualche raccoltona e molti albi, ma il materiale è vastissimo

      Elimina
  5. Grazie per il link! Sono famelicamente in cerca di cose da leggere perché arrivano quei momenti in cui nulla soddisfa e allora questa può essere una di quelle cose che in quei momenti salvano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento :) Su questo blog troverai molti fumetti, spero che molti siano di tuo gradimento!

      Elimina