sabato 29 agosto 2020

Superstore stagioni 1-4 (2015-2019): La recensione di coppia

La nostra recensione delle prime quattro stagioni di Superstore, disponibili su Prime Video!


REGIA:  F = 8 MV = 7 MEDIA = 7.5

STORIA:  F = 8 MV = 7 MEDIA = 7.5


ATTORI: F = 8 MV = 7 MEDIA = 7.5

TRUCCO/PARRUCCO:  F = 8 MV = 7 MEDIA = 7.5


COSTUMI:  F = 7 MV = 7 MEDIA = 7


COLONNA SONORA:  F = 8 MV = 7 MEDIA = 7.5


TOTALE: 7.42


FP: Superstore è una serie tv ideata da Justin Spitzer, che aveva già scritto diversi episodi di Scrubs e The Office, e si vede perfettamente. Questa volta l'ambientazione di questa originale sitcom è un tipico centro commerciale americano, della catena fittizia Cloud 9, che in italiano suona tipo "settimo cielo".  Nella serie tutto ruota più o meno intorno ai due protagonisti: America Ferrera, che interpreta la "supervisor" Amy e che ritorna alle serie tv dopo il successo di Ugly Betty, e Ben Feldman, che interpreta il neo assunto Jonah. Fra i due nasce subito una forte amicizia che si sa già dove andrà a parare. Ma c'è spazio per molti altri personaggi, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità. E c'è spazio per i vari problemi e anche disastri che i dipendenti del Cloud 9 devono ogni volta affrontare! Nei 20 minuti di ogni episodio assistiamo veramente a tutto quello che può succedere all'interno di questi luoghi. Comprese le giornate speciali, ad esempio il maledetto (dai dipendenti) Black Friday, Halloween, Natale, eccetera, che si ripetono cicliche quasi ad ogni stagione. Gli episodi sono abbastanza "stand alone" ma c'è pure un forte senso della continuity, della serie che se un personaggio si fa male in un episodio in quelli dopo avrà una fasciatura, e anche ci sono delle trame che si dipanano per quasi tutta la serie. Nella serie si ride veramente tanto, con un umorismo veramente intelligente e pure assurdo, ottima l'idea anche di "pixellare" le nudità e "bippare" le parolacce, che diverte senza risultare eccessivamente volgare. Ma oltre alle risate c'è spazio per qualche riflessione amara sulla società americana, di cui il Cloud 9 è lo specchio: un posto in cui si vendono anche armi e pillole del giorno dopo.
MV: Godibile e divertente. Io ho apprezzato particolarmente i siparietti in cui assistiamo alle follie perpetrate dai clienti: sospetto fortemente tratti dalla realtà.



6 commenti:

  1. Per gli orfani di Big Bang Theory come me, potrebbe essere interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, è un altro genere di umorismo ma ridi comunque parecchio, te la consiglio

      Elimina
  2. Sembra una sitcom carina, sono curiosa di vedere America Ferrera in panni diversi da Ugly Betty!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente è tutto un altro personaggio, ma se la cava egregiamente :) Ora sembra che voglia abbandonare la serie dopo la sesta stagione (la quinta arriverà in italiano a ottore)

      Elimina
  3. Ci darò un' occhiata. Se ha i ritmi di Scrubs è mia😀😀😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è diversa da Scrubs, ma è parimenti divertente!

      Elimina