venerdì 13 luglio 2018

Deadwood Dick 1: Nero come la notte - di Lansdale, Masiero e Mastantuono

 
Stasera parlerò velocemente di Deadwood Dick, la prima serie della nuova collana Audace della Bonelli! Ah e ringrazio Il Cumbrugliume per la dritta! :)

L'Audace era un storica rivista fra gli anni 30 e 40, rilevata in seguito da Gian Luigi Bonelli che la trasformò in una casa editrice che diventerà la fortunatissima Sergio Bonelli Editore. Ora la Bonelli ha ripreso lo storico nome per una nuova collana dedicata a fumetti più "adulti", quasi una risposta alla collana Bonelli Young. E la collana inizia col botto con l'adattamento a fumetti delle opere del grande scrittore Joe R. Lansdale dedicate proprio a Deadwood Dick .
Chi era Deadwood Dick? E' uno degli pseudonimi usati da Willie Jackson, detto anche Nat Love. Un personaggio realmente esistito che è stato il più grande cowboy afroamericano, o per lo meno quello dalla vita più avventurosa, quasi una versione "black" di Buffalo Bill. Deadwood Dick durante la sua vita incontrò alcuni dei più importanti protagonisti del west. Si attraversa l'America post-guerra di secessione e libera dalla schiavitù, dove comunque il razzismo e i pregiudizi verso i neri sono ancora ben presenti, e sono proprio questi che costringeranno Willie a fuggire dal suo paese natale andando a cercare fortuna arruolandosi nell'esercito. I dialoghi sono crudi e non edulcorati, così come non si risparmiano scene di violenza.  Se avete amato Django Unchained, oltre che ovviamente gli Spaghetti Western, amerete questo fumetto. Si vede anche un uomo (che diventerà amico di Willie) intento a fare i propri..bisogni, cosa che a memoria nei fumetti si vede molto ma molto raramente! Già detto di Lansdale, il resto degli autori coinvolti vede Michele Masiero alla sceneggiatura e il veterano Corrado Mastantuono ai disegni.

Deadwood Dick 1: Nero come la notte - di Lansdale, Masiero e Mastantuono
pagine 66 - euro 3.50
Sergio Bonelli Editore


22 commenti:

  1. Mi state quasi convincendo... Un fumetto dove uno caga, o è una cagata o va letto :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Conosco Lansdale solo di fama, mai letto qualcosa di suo..comunque presumo che sia una cosa alla "Lansdale", come il linguaggio che usano

      Elimina
  2. Ho prenotato anche il prossimo numero dal mio edicolante di fiducia, a Champion Joe non so dire di no ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che anchio prendo i prossimi.. sono rimasto troppo in sospeso!

      Elimina
  3. Se citi Lansdale mi metti la pulce. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo dico solo io, qui ci sono fior fiore di Lansdaliani :D

      Elimina
  4. a me è piaciuto molto.
    attendevo un po' un fumetto western adulto in italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuto..è vero, c'era bisogno di un fumetto così, da noi! :)

      Elimina
  5. Beh! un fumetto nudo e crudo infondo ci vuole ogni tanto anche perchè basandosi sulla "realtà" è necessario rispettare anche canoni che altrimenti non vedremmo ... Django l'ho amato! mi è piaciuto moltissimo e se Deadwood Dick gioca sulla stessa falsa riga ben venga ! Interessante come sempre buon week end :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai amato Django unchained ti piacera’ sicuramente..buon weekend

      Elimina
  6. Mi piace molto l'idea, bisogna che lo cerchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo trovi in edicola senz'altro, ieri ne ho visto una in cui ce n'era ancora un pacco! Diciamo che l'hanno ben distribuito, almeno come numero 1

      Elimina
  7. Ecco, io amo gli spaghetti western, ma non il western canonico di indiani, schiavi. E poi diamine, di Django ne esiste solo uno XD.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo comunque è un personaggio storico, anche se la sua vita presumo sia stato meno avventurosa di quella descritta nel fumetto :) E a dire il vero in questo primo numero gli indiani si vedono pochino

      Elimina
  8. Come dicevo da Michele (ah di lui ti ricordi però! XD) una sfogliata gliela darò, lo sto vedendo dappertutto su facebook (dove ne parlano male per motivi scemi, e già così per me è un valore aggiunto, poi ne parlate voi bene e il passo dallo sfogliarlo a comprarlo è breve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma della tua recensione era passato un mese.. troppo tempo per me 😆 sarei curioso di perche’ ne parlano male, sti giorni nel canale Youtube della Soffitta di Pippo ne parlavano bene.. a parte il prezzo un po’ altino

      Elimina
    2. Tranquillo, scherzavo 😛 Aspettative disilluse e rapporto formato-prezzo indigesto. Sulla prima è più un discorso "eh ma gli altri già lo facevano, arrivate tardi" che trovo privo di senso, mi pare di capire dai vostri pareri che effettivamente è più maturo e diverso dai canonici bonelli, poi cosa si aspettasse il pubblico non lo so. Sul prezzo... anche lì, non voglio fare i conti in tasca alle persone ma lo sai prima quanto costa un fumetto tra cataloghi e anteprime, o solo guardando in edicola, se proprio pesa perché prenderlo? Ovviamente nessuno a parlare del fumetto in sé XD

      Elimina
    3. Che poi collana "Audace" per un po' di parolacce, un po' di tette e un po' di violenza :D Niente che non ci fosse in altri Bonelli... sembra quasi una risposta alla linea giovane ..comunque la storia è figa come i disegni!

      Elimina
  9. È da un po' che cerco un buon fumetto western ma una nuova serie non mi va di iniziarla. Mi da che recupero qualche mini della Cosmo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In pratica sono 6-7 numeri soltanto..comunque posso capire che lo spazio è sempre poco :D

      Elimina
    2. Ah ma se sono solo così pochi numero corro a prenderlo! Credevo fosse un'altra serie infinita... però mi sa che devo andare in fumetteria dato che leggo dal commenti di Cassidy che è già uscito il secondo.

      Elimina
    3. In un'edicola ho visto un pacco del numero 1, probabilmente ne hanno stampato tanti..il numero 2 devo ancora trovarlo!

      Elimina